Conte cita il Dostoevskij “populista”. Ma in quel testo ci sono anche europeismo ed accoglienza

Europeismo, fratellanza universale tra le razze e universalismo. Nel testo di Dostoevskij citato dal premier Giuseppe Conte nel suo discorso al Senato c’è molto altro oltre l’elogio del populismo. Come mai il Presidente del Consiglio ha scelto, nell’infinita letteratura sul tema, proprio il discorso in onore di Puškin?
Continua a leggere

Category: Cultura, Libri

    

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *