Gabriele D’Annunzio e la sua ossessione: mentre era in vita morì per ben tre volte

By Federica D’Alfonso
La prima nel 1890, le successive nel 1906 e nel 1910: le tre morti di Gabriele D’Annunzio sono passate alla storia, come esempi di un rapporto eccentrico con il proprio personaggio e, forse, con la morte stessa. Svariate volte, infatti, il poeta ha simulato la propria scomparsa, o l’ha annunciata attraverso i giornali con toni profetici: una vera e propria ossessione, che lo accompagnerà fino al suo ultimo giorno, quello vero.
Continua a leggere

Source:: Fanpage

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *