Minacciare l’equipaggio pur di non tornare in Libia non è reato: è legittima difesa

By Roberta Covelli
Il Tribunale di Trapani assolve i migranti che avevano accerchiato i marinai della Vos Thalassa: la reazione veemente era lecita, perché il respingimento avrebbe comportato la violazione dei diritti alla vita, all’integrità fisica e sessuale, oltre a negare la possibilità di richiedere asilo. Anche per questo, l’accordo Italia-Libia mostra diversi punti di illegittimità.
Continua a leggere

Source:: Fanpage

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *