“Ti voglio bene ma è meglio se muori”: picchia e minaccia la moglie, arrestato a Bronte

By Susanna Picone
Le indagini dei carabinieri di Bronte hanno evidenziato come l’uomo, sin dal 2009, maltrattasse la moglie che, solo per aver manifestato al marito la volontà di lasciarlo, è stata minacciata di morte con frasi del tipo “io ti voglio bene però è meglio che muori, così solo si può sistemare questa cosa”, umiliata e picchiata anche davanti ai figli.
Continua a leggere

Source:: Fanpage